/ / Ascolta

Ascolta di Pizziconi Luciano



Profilo Critico

La notte odora di verbena.

Ascolta…l’acqua cade

e asperge il sonno inquieto del mondo

e una lenta attesa di fecondità

e la pelle segreta che la solitudine avverte.

Ascolta…il fuoco non arde

e si consuma in un greve giudizio il desiderio

e si deterge della sua ultima fiamma

e si riavvolge nella cenere.

Il fuoco dorme in un seme d’oblio,

la candela ha dissolto la sua effimera forma,

l’acqua ha scavato le sue inutili pozze.

La fantasia si culla nella morte.

Ascolta: nella notte germoglia Silenzio.