Biglietto di sola andata per la Luna

di

Profilo Critico

La storia che il giovane scrittore roveretano Abram Tomasi presenta, si svolge come una lunga favola o come un sogno che richiama lontanamente “Peter Pan e l’isola che non c’è”.

Questo racconto nasce a sua volta da un racconto della madre del protagonista “La luna è un enorme formaggio … un enorme Leerdammer …” che diventerà il fulcro della storia e di tutti gli avvenimenti accaduti ma soprattutto la causa a sorpresa del tragico finale.

La stesura narrativa di questa storia è veramente buona, scritta in modo avvincente e con grande curiosità. Il finale sorprende, è inaspettato, ma anche questo fa parte della coerenza letteraria di Abram: all’inizio l’ingenuità, nel finale l’assurdità. Senza la ragione c’è il caos.



Massa, 10 maggio 2015
Presidente del Centro Culturale

Prof.ssa LOREDANA BONASSI