Caro diario

di

Profilo Critico


In questo breve racconto vengono narrate le vicende di una giovanissima cagnetta crudelmente abbandonata nel periodo natalizio e costretta a sopravvivere alla fame e al freddo. Francesca fa terminare in modo positivo questa storia, ma purtroppo non tutte le storie, quelle vere, di animaletti abbandonati finiscono così.
Il contenuto di questo scritto è come una bella favola, ma come tutte le fiabe ha anche un profondo senso morale e civile che invita al rispetto verso ogni essere vivente.
Piacevole la lettura e ben sviluppato l’intreccio narrativo.


Prof.ssa Loredana Bonassi