Fiumara

di

Fanciullo insegui
della fiumara il braccio
nell’acqua
che scorre repentina
dentro muraglie grigie
di cardoso

arrembi la flottiglia
nel solco silenzioso
e allunghi i tuoi navigli
su mosse trasparenze
consumate

spiri di vento
e zefiri sfiziosi
godranno
nell’inganno delle vele
tramezzo triste schiere
di presagi

tu afferra le gomene
sopra i ponti
stringi i legacci
rinserra le catene
veleggia assieme
ai tuoi trasalimenti
senza rotture
e senza infingimenti
insegui la corrente dei tuoi sogni

non ti curare
di anonime sirene
tu marca sulla rotta
cavalca le polene
e spingi la tua flotta
a terre più lontane.