Nostalgia

di

Profilo Critico

Il libro “La voce dell’infinito” di Emanuela Cinzia Messina, giovanissima autrice, sorprende per la purezza dei versi e per la sua poetica innata. Coglie l’esistenza che la circonda come un cristallo che si illumina nel raggio di luce, ne coglie la bellezza o il dolore, ma nulla è per lei senza un’anima: l’infinito, la noia, il brivido, il piacere e anche l’odio sono attimi iridescenti di vita.
Emanuela sorprende per la sua maturità e con le sue poesie offre al lettore una chiave di lettura della vita e una nuova visone del mondo attraverso l’anima.
Prof.ssa Loredana Bonassi

Albero

prunoso

volteggia

nei

sogni miei,

ricorda

te,

che m’hai

abbandonata

nel

mare

tempestoso.

Nei

miei

pensieri,

la nostalgia.