Iasimone Gianni

Gianni Iasimone, classe 1958, poeta, performer, attore, regista, fotografo, autore di video e testi teatrali, studioso di tradizioni popolari, è nato a Pietravairano, un piccolo centro dell’Alto
Casertano.
Laureato in DAMS con Giuliano Scabia all’Università di Bologna, ha conseguito un Master in Poesia Contemporanea presso l’Università di Urbino.
Sue poesie e interventi sono apparsi su numerose riviste, in rete e in alcune antologie tra le quali: Bologna e i suoi poeti, curata da G. Centi e C. Castelli, Bologna 1991.
Ha pubblicato la raccolta di versi La memoria facile (con disegni di Carmelo Sciascia, Piacenza 1991), nel 2005 il “poema metà-fisico” Il mondo che credevo, Mobydick (finalista al Premio
“Pascoli” 2006 e 2° classificato al Premio internazionale di Poesia “Città di Marineo” 2006), nel 2012 il libro di poesie Chiavi storte, Mobydick (opera selezionata e finalista in vari premi), e il
recente “canzoniere” La Quintessenza, Arcipelago itaca Edizioni, 2018.
Suo anche il saggio critico Conta nu cuntu! Il racconto orale come strumento creativo e comunicativo”, Caramanica editore, 2002.
A partire dagli anni Ottanta, ha dato vita a svariate performances poetiche itineranti e ha letto i suoi versi in diverse piazze e teatri.
Ha partecipato, come attore, a numerosi spettacoli teatrali, realizzandone molti come regista e autore.
Attivo come operatore culturale, collabora con alcune riviste e portali on-line, ed è tra i fondatori dell’associazione Microcosmus di Rimini, dove attualmente vive.


Premi

3° classificato
Libro edito di Poesia
2019

Opere

Quintessena
2019

Brani

Più profilo critico