Profilo critico di Longanesi Bruno

di

Profilo Critico

“Cent’anni dopo”, una raccolta di storie affascinanti, crude e sincere il cui sfondo è la Prima Guerra Mondiale ma i protagonisti sono tutti uomini, ovvero soldati, di fronte alla loro anomala quotidianità.
In questi racconti l’autore, riesce a mettere al centro di tutto l’essere umano che si confronta continuamente con se stesso nella dicotomia di uomo e soldato, turbato nell’analisi di questo doppio ruolo dalla sua coscienza e dal senso del dovere.
Toccanti sono ad esempio le lettere di Marco a Don Pino che mettono a nudo l’animo di questo giovane soldato svelando tutto la sua angoscia e il terrore che è diventato parte della sua vita al fronte; oppure il dramma di Francesco che si trova a combattere contro il fratello Leonardo; e ancora Giovanni, un altro soldato, che coscientemente parla dei nemici come gente che non conosce, non detesta, non ha mai incontrato, verso cui non serba nessun rancore e che non odia.
Bruno Longanesi è autore di numerosi libri che hanno ottenuto il consenso della critica e importanti premi letterari. Molte delle sue opere sono raccolte di racconti brevi. Questa forma narrativa gli permette di esprimere al meglio i contenuti che predilige come la montagna, i sentimenti, la guerra o storie ed eventi personali. Una delle sue opere , “Il Miraggio”, è stata prescelta per rappresentare le Case Editrici Italiane alla “Buchmess” di Francoforte –Fiera Internazionale del Libro.
Nel corso della sua vita oltre ad evidenziarsi come ottimo scrittore si è distinto nello sport e ha svolto un’intensa attività alpinistica di alta montagna.

Massa, 1 maggio 2016 Membro di giuria

Prof. ANTONIO CRUDELI