Di Dio Morgano Maricla

Brani

Opere

L’ultimo borgo
2014

Canto andaluso
2010

Premi

2° classificato
Racconto
2014

1° classificato
Libro edito di Poesia
2010

Maricla Di Dio Morgano vive a Calascibetta, l’antica Xibet, pittoresco e arroccato paese, nel cuore della Sicilia.
Il 12 di marzo 2014 è stata oggetto di TESI DI LAUREA:

“Ritratto di una scrittrice: Il paesaggio umano nelle opere di Maricla Di Dio Morgano” Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania- dr.ssa Diletta Gervasi. Relatrice dr.ssa Rosalba Galvagno.

Tra le varie pubblicazioni:

OSCAR Mondadori; QUANDO SI PARLA D’AMORE  (novella-Da: Confidenze del cuore)
La Ruffa LENA- Romanzo-
La Ruffa L’ISOLA-romanzo
Ennepilibri LA CODA DEL DIAVOLO romanzo
Cartaepenna Canto andaluso -poesie-
Ha vinto numerosissimi premi letterari classificandosi ai primi posti.

E’ Autrice dei testi teatrali: – “Domenica arriva Bastiana (tratto dal romanzo LENA)

-“Cherie” commedia in tre atti.

– La Cannoniera

E’ presente con novelle e racconti lunghi, su moltissime antologie.

Hanno SCRITTO di lei: (stralci di alcune recensioni)

Sveva CASATI Modigliani, Carlo Castellaneta, Serena Foglia, Rosa Alberoni, Arnoldo Mosca Mondadori, Cesare Rimini-Milano: (L’Ultimo Giorno d’estate-romanzo) “Il merito della scrittura, è quello di aver fuso insieme paesaggi e stati d’animo, costumi locali e psicologia individuale, sentimenti e risentimenti. Emozioni che formano l’essenza del romanzo dolorante di assenze…

Davide Rondoni: (Il respiro del Vento- romanzo breve) “…Scrittrice di notevole qualità letteraria”

Vincenzo Guerrazzi: Scrittore- critico letterario (LENA-romanzo) “…il lettore rimane affascinato dai dettagli, dalle atmosfere che Maricla Di Dio ci trasmette…”

Murena Letteraria- Firenze: (Il Quarto figlio-romanzo) “…una scrittura sentita, appassionata, che appiccica, che taglia la lingua soltanto a pronunciarla ad alta voce. Come il gelo, freddo
che attanaglia caviglie e budella, vero protagonista del racconto lungo. L’ambientazione viene caratterizzata con una maestria singolare. Sicuramente da leggere, anche al lettore più esigente”.

Maria Festa: (Dalla Parte del Torto- Lena- L’ISOLA) critica letteraria: “narrazione diretta e immediata, forte e intrisa di poesia…” ..è voce tra le più interessanti della letteratura siciliana, scrittrice dalla vena forte e vibrante alla ricerca delle radici più profonde dell’animo umano”.

Alessandro Spadoni: critico letterario (LENA) “… Maricla Di Dio con stile e rara abilità descrittiva, riesce ad incantarci…a farci sentire gli odori, i profumi di una terra lontana, quasi mitica consegnando al nostro cuore un significato unico e più intenso del vivere…

Italo Bonassi: (Poesie) …”taglio affabulante, squisitamente moderno…”

Bruno Traversetti: critico- giornalista- dirigente RAI (Dalla parte del Torto-Roma) “…La Di Dio si discosta in modo felice dagli usurati toni cronachistici di tante storie del sud e ci restituisce un’incantata seppure drammatica, nozione della vita siciliana, osservata dal fondo denso e a suo modo epico della più silente provincia dell’isola: ENNA”.

Giuseppe Serpillo, Herman Loyola, Marco Manotta, Luigia Polo, Giovanni Nuscis,

Aldo Maria Morace, Antonio Fiori, Antonio Strinna, Gianfranco Chironi: (L’Isola dei Versi- Sassari)- POESIE: “…Una scrittura persuasiva sia per ciò che descrive, sia per la qualità dello stile”.